Realizzazione siti web Rimini

Realizzazione siti web Rimini: perché è un passo fondamentale per ogni azienda?

Quando un sito web diventa obsoleto, si trasforma anche in una sorta di elemento invisibile agli occhi degli utenti e del web. In poche parole, diventa un passaggio su cui non transita più nessuno, nemmeno per dare una semplice e sbrigativa occhiata. Avete presente quei bigliettini da visita che sono rimasti in tasca per almeno tre mesi e sono più sgualciti che mai? Ecco, un sito web obsoleto è praticamente la stessa cosa.

Quindi, risolvere questo problema diventa una priorità per ogni imprenditore o azienda. Quando un sito, infatti, non funziona come dovrebbe, tutta l’attività ne risente, in negativo. Diamo un’occhiata ai cinque errori che si dovrebbero evitare nel corso della fase denominata di lancio di un sito che ha una finalità tipicamente business.  Volete avere maggiori dettagli? Contattateci subito!

Realizzazione siti web Rimini: gli errori che si commettono più facilmente

Il primo errore è quello di pensare che sia sufficiente realizzare solo un sito web che sia esteticamente attraente. Purtroppo, il meccanismo delle visite non funziona proprio in base alla bellezza o al lato estetico di un portale. Si rischia, in ogni caso, di perdere diversi soldi per niente. Non bisogna dimenticare come, al giorno d’oggi, la concorrenza sia notevole. I siti web, quindi, diventano visibili su Google solamente quando, al loro interno, presentino dei contenuti di elevata qualità e vengano realizzati seguendo delle precise indicazioni dal lato SEO.

Tante persone, spesso e volentieri, si affidano ad un proprio amico, magari esperto di informatica, per realizzare un sito web. Della serie “se posso risparmiare, è meglio”. Il problema è che un investimento, innanzitutto, è una cosa totalmente diversa. Per poter raggiungere dei risultati effettivi sul web, è necessario fare affidamento su un professionista e non basta se quest’ultimo non è aggiornato.

È necessario mettere questo lavoro nelle mani di qualcuno che abbia le competenze necessarie per gestire nel migliore dei modi le nuove tecnologie. Poi, dovrà trovare il CMS che risulti maggiormente adeguato alle necessità che deve soddisfare il cliente. Quindi, per farla breve: va bene  pensare al risparmio, ma non bisogna mai e poi mai dimenticare che affidarsi ad un professionista è un conto e mettere nelle mani di un vostro amico un progetto importante su cui puntate tanto, è un altro. Volete saperne di più?

La differenza tra e-commerce e un sito web con pagine statiche

Un errore molto comune che fanno tante persone è quello di pensare di pagare la realizzazione di un e-commerce esattamente quanto un portale che presenta delle pagine statiche. L’attività di commercio sul web è tutt’altra cosa: c’è bisogno, infatti, di affidarsi a professionisti che abbiano competenze importanti in ottica di posizionamento SEO e di SEM.

Un e-commerce che mira a dei risultati positivi, infatti, non può assolutamente privarsi di tre caratteristiche come la velocità, la sicurezza e la visibilità. Quindi, è necessario mettersi un po’ il cuore in pace: serve investire e non si può sempre lesinare sul budget. È bene, però, sottolineare come, quando questo progetto va a finire nelle mani di professionisti seri e competenti, allora il ROI sarà decisamente più elevato e già nel medio periodo si potrebbero vedere gli effetti positivi. Non capite il significato di tutti questi termini?

Attenzione a risparmiare sull’hosting

Un altro errore particolarmente diffuso è quello che riguarda gli investimenti sull’hosting. Considerando la cifra totale da spendere  nel progetto, l’hosting è, erroneamente ovviamente, una delle voci su cui si tende a risparmiare di più. Cerchiamo di capire come evitare di spendere alte cifre per l’hosting non sia proprio un’idea molto saggia.

I fornitori di hosting maggiormente economici, nella gran parte dei casi, si caratterizzano per ospitare tanti siti sui medesimi server. È facile intuire come, di conseguenza, la banda a disposizione sia parecchio limitata, provocando un serio abbassamento delle prestazioni. E, un altro problema non indifferente, riguarda il fatto di poterli reperire nel momento in cui si dovesse verificare qualche inconveniente. È chiaro, quindi, quanto sia importante ottenere il maggior numero possibile di informazioni in relazione ai livelli di servizio che vengono proposti e quali siano le tipologie di servizi di backup ulteriori che vengono associate.

Occhi ben aperti sul sistema di gestione dei contenuti

Spesso e volentieri, la scelta migliore da fare è quella di affidarsi ad un sistema di gestione di contenuti open source. Sono due principalmente le ragioni che stanno alla base di questa considerazione. Da un primo punto di vista, un CMS open source ha il notevole vantaggio di essere sempre e costantemente aggiornato e anche protetto grazie ad un gruppo di esperti e di utenti che lo usano. Non avete le idee chiare?

D’altro canto, il CMS open source si fa preferire anche in virtù del fatto che non presenta il pericolo che lo sviluppatore possa, ad un certo punto, stancarsi di mantenere aggiornato il prodotto e chiudere baracca e burattini. Non dobbiamo dimenticare come, in fin dei conti, i CMS open source hanno il pregio di essere ottimizzati per i motori di ricerca.

Cosa deve avere un sito a prova di business?

Prima di tutto si dovrebbe analizzare il lavoro che viene svolto da parte della concorrenza. Per il settore su cui si vuole puntare, inoltre, andrebbe svolta un’approfondita ricerca delle parole chiave. Attenzione a non affidarsi a dei professionisti che ancora adesso faticano a comprendere o ad esporre la differenza che intercorre tra indicizzazione e posizionamento. Volete scoprirne di più?

Il nuovo sito, quindi, è giusto paragonarlo ad una sorta di abito realizzato su misura, in base alle esigenze dell’utente o dell’azienda e agli obiettivi che si vogliono raggiungere. Tenendo conto, certamente, di come l’esperienza di navigazione da parte degli utenti debba essere sempre molto facile ed estremamente intuitiva. Il sito web deve poter essere trovato con facilità inserendo le parole chiave più diffuse nei motori di ricerca. E, chiaramente, l’obiettivo è quello di dare fastidio e sopravanzare la concorrenza nel posizionamento su Google. Infine, un occhio di riguardo deve essere sempre dato all’immagine complessiva del sito, che deve essere attraente e, al tempo stesso, notevolmente efficace.